La Salute Orale

La bocca è un organo fondamentale del tuo corpo, non puoi trascurarlo!

Importante è conoscere il motivo per cui potresti avere fastidi a denti o gengive in modo da saper agire di conseguenza.

L’origine di tutti i mali sono la placca batterica ed il tartaro.

La placca consiste in un aggregato batterico che aderisce alle superfici dentali. Il risultato è una patina opalescente, particolarmente lesiva, capace di irritare le gengive e corrodere lo smalto.

Federico Ceroni

Il tartaro è un deposito di tipo minerale, viene principalmente prodotto dalla saliva che contiene calcio e fosfato, due elementi che si legano tra loro cristallizzandosi sui denti, rendendo l’adesione della placca batterica molto più veloce ed efficace.

Federico Ceroni

Se questi ‘’nemici’’ permangono in bocca per lungo tempo possono causare diversi danni, i principali e più diffusi sono:

CARIE

Federico Ceroni

I batteri contenuti nella placca producono infatti acidi e sostanze proteolitiche determinando una demineralizzazione dello smalto, lo strato più esterno del dente. Quest’ultimo assume un aspetto poroso (si parla in questi casi di carie superficiale, sempre asintomatica). Se lo smalto viene completamente corroso, i batteri penetrano all’interno della dentina (lo strato più interno del dente) e a questo livello la carie può diventare sintomatica. In questa situazione, spesso si percepisce un aumento della sensibilità a stimoli termici e meccanici. Finché la carie è confinata ai tessuti duri e quindi alla dentina, la terapia consiste nell’ eseguire un “otturazione”: si rimuove il tessuto infetto e si sostituisce con un materiale adesivo biocompatibile.

Federico Ceroni

Nel momento in cui il processo carioso si avvicina alla polpa, batteri e prodotti tossici del processo di degradazione possono attivare processi infiammatori e far comparire la sintomatologia dolorosa vera e propria. In questi casi ci troviamo di fronte ad una PULPITE e per curare il dente dovremo procedere ad una “devitalizzazione”. In questo caso, verrà eliminata la polpa dentale e sostituita anche in questo caso con un materiale biocompatibile.

Federico Ceroni

GENGIVITE

La gengivite è un infiammazione superficiale delle gengive e si manifesta con gonfiore, dolore e sanguinamento. Nella maggior parte dei casi è facilmente curabile attraverso delle sedute di igiene professionale ed affinando le tue manovre di pulizia domiciliare.

Federico Ceroni

MALATTIA PARODONTALE

È indicata come malattia parodontale (o parodontopatia) perché́ colpisce il parodonto, cioè̀ l’insieme di strutture che circondano il dente e lo mantengono saldamente attaccato all’osso. Se non curata, l’infezione procede in profondità̀: la gengiva si allontana dal dente -creando tasche in cui i batteri si accumulano-, il tessuto osseo viene distrutto e i denti perdono supporto e diventano mobili.

Potresti soffrire di malattia parodontale se:

  • Le gengive sanguinano facilmente.
  • Le gengive sono rosse, gonfie o sensibili.
  • Le gengive presentano fuoriuscita di pus.
  • Hai alito cattivo o sapore sgradevole persistenti.
  • I denti presentano mobilità evidente.
  • Ti accorgi di spostamenti dei denti con creazione di spazi (diastemi) tra un dente e l'altro.
  • Noti modifiche della posizione masticatoria abituale.

In che modo possiamo quindi proteggere la nostra bocca?

La salute orale è un bene che può essere mantenuto nel tempo grazie ad un lavoro congiunto tra me (clinico) e te (paziente).

Federico Ceroni

Il tuo compito è quello di impegnarti nel pulire i denti per evitare l’accumulo di PLACCA BATTERICA.

Puoi difenderti dalla placca in tre modi:

  1. Igiene Domiciliare
  2. Alimentazione Corretta
  3. Sottoporsi a controlli periodici

Igiene domiciliare

Sul mercato esistono diverse tipologie di spazzolino da denti: manuale, elettrico e sonico, ognuno con una tecnica specifica di utilizzo.

Pertanto, risulta fondamentale conoscere le manovre di pulizia dentale: come usare lo spazzolino, quale, quante volte e come passare il filo interdentale.

Per conoscere questo e altri trucchetti del mestiere, non devi fare altro che iscriverti alla mia newsletter. Compilando il modulo sottostante infatti, riceverai “Come Pulire i tuoi Denti”, una piccola guida utile e ricca di suggerimenti in grado di rendere la tua igiene domiciliare il più efficiente possibile.

form

Alimentazione corretta

NON SOLO ZUCCHERI. Se è vero che gli zuccheri semplici vengono rapidamente utilizzati dalla placca batterica è altrettanto vero che gli alimenti contenenti carboidrati complessi possono essere ugualmente pericolosi. Secondo le ultime ricerche sembra che sia più importante il tempo di permanenza del cibo all'interno della bocca rispetto alla quantità di zucchero in esso contenuta.

Gli alimenti zuccherini possono quindi essere consumati con una certa libertà a condizione che siano seguiti da un'adeguata pulizia orale. E' inoltre molto importante che l'alimentazione sia bilanciata e che apporti tutte le vitamine ed i minerali necessari a garantire la salute dei tessuti dentari (calcio, magnesio fluoro e fosforo in primis)

Sottoporsi a controlli periodici

Spazzolino e filo interdentale possono non essere sufficienti a mantenere una buona salute orale; il tartaro infatti aderisce tenacemente ai tuoi denti e difficilmente riuscirai ad eliminarlo.

Risulta quindi necessario sottoporsi a controlli e pulizie professionali per disgregare questi accumuli e mantenere le superfici dentali lisce e facilmente detergibili.

Federico Ceroni

Il mio compito è quello di diagnosticare ed eventualmente trattare un problema del CAVO ORALE.

Attraverso una visita sono in grado di valutare il tuo grado di salute orale, come la presenza di carie, gengivite o malattia parodontale, valutare restauri preesistenti o altri problemi riguardo alle tue mucose.

Posso inoltre consigliarti come migliorare le manovre di igiene domiciliare in modo che tu possa difenderti da futuri problemi. In sostanza, la visita consiste in un’analisi completa della tua bocca.

Come faccio a capire se hai una carie?

Questa diagnosi avviene con l’utilizzo di vari strumenti, fondamentali per eseguire una visita accurata:

  • un sistema ottico ingrandente che dà la possibilità al clinico di analizzare l’elemento dentale in maniera approfondita;
  • uno specillo appuntito per sondare la superficie dentale;
  • Un’indagine radiografica attraverso l’utilizzo delle BITEWING, ossia specifiche radiografie che mi permettono di valutare la mineralizzazione dello smalto interprossimale.

Come faccio a capire se soffri di malattia parodontale?

La diagnosi avviene grazie all’utilizzo di diversi strumenti:

1) Cartella Parodontale

La Cartella Parodontale è uno strumento di fondamentale importanza nella raccolta di dati ed informazioni che mi permetterano di valutare la presenza o meno di patologia. Verrà compilata attraverso l’utilizzo di una sonda parodontale ed altri strumenti, si valuterà la presenza di placca, sanguinamento, mobilità dentale, presenza di tasche parodontali.

2) Status Radiografico

Lo status Radiografico consiste in un’ indagine radiografica che si rende necessaria quando siamo di fronte ad una parodontopatia ormai progredita. E’ utile per valutare le condizioni dell’osso che circonda i denti in modo da capire quanto osso è stato perso.

Federico Ceroni

Il compito nostro è il mantenimento dei denti sani.

Una volta risolto il problema, importante è impegnarsi nel mantenere il risultato ottenuto.

Questo è possibile solo grazie ad una accurata igiene orale e controlli periodici che mi permetteranno di valutare lo stato dei trattamenti e il loro comportamento nel tempo.

Ti verrà insegnato come pulire i denti, quali strumenti utilizzare e ti verranno segnalate le zone a cui dedicare più attenzione. Devi infatti sapere che esistono diverse tecniche di spazzolamento, ognuna specifica per il tuo tipo di problema.